Più no che si Russo e Cicirello

Tutto è pronto o quasi per la finale regionale del campionato d’Eccellenza girone B. La Città di S.Agata si appresta a vivere uno delle gare più importanti dell’ultimo decennio. Si respira aria di grande match, in ogni angolo e ritrovo si parla di questa partita. Tanti i sentimenti che si miscelano, speranze e  paure, ottimismo e pessimismo, c’è addirittura chi si avventura in pronostici, che nella maggior parte dei casi viene dettato dal cuore e non dalla razionalità. Inutile fare falsa ipocrisia o nascondersi dietro un dito, lo Scordia è una squadra forte ben attrezzata, basti pensare che in campionato ha perso in una sola circostanza, proprio contro il S.Agata, e merita quindi il giusto rispetto. Lo Scordia al pari del S.Agata, è stata costruita per ben figurare, ed ovviamente farà di tutto per approdare alla fase nazionale. Dovrà però fare i conti con la voglia di una squadra, anzi di un’intera Città, che ha voglia di continuare a sognare in grande. A testimoniarlo, è la prevendita dei biglietti, che sta andando parecchio bene con quasi 300 biglietti polverizzati tra ieri pomeriggio e la giornata di oggi. Al pari della Città anche la squadra, è pronta a questo grande avvenimento, anche se a mister Bellinvia non mancano i problemi. Preoccupano e non poco le condizioni di Cicirello e Russo, con il primo uscito dal campo già nel secondo tempo contro il Camaro. L’impressione è che nella migliore delle ipotesi entrambi che in settimana non si sono allenati ma hanno fatto soltanto sedute di terapia, dovrebbero andare in panchina ed essere “rischiati”, solo se il match lo richiedesse. Sul cubo dei cambi, per usare un termine cestistico, ci sono Tricamo e Matera, che in ogni caso non sono “novelli” a partite del genere. Per quanto riguarda il modulo quindi pur cambiando gli interpreti mister Bellinvia, non cambia il suo marchio di fabbrica, il 4-3-3, anche per lanciare un segnale eloquente sia alla squadra che agli avversari. Il S.Agata pur potendo fare leva sul doppio risultato in virtù di un migliore piazzamento nella regoualr season, se la giocherà per vincere, senza fare troppi calcoli. Questo dovrebbe essere l’undici iniziale, Scurria in porta, difesa a 4 da destra verso sinistra con Segreto, Tricamo, Bontempo e Zingales. A centrocampo in cabina di regia Privitera ai lati Lupo e Calafiore. Infine in attacco Matera giocherà centrale ai lati Mincica e Isgrò. Il match con inizio alle 16:30, sarà diretto da una terna del capoluogo, arbitro Davide Matina, assistenti Mario Chichi e Walter Ciacia.

Angelo Giallombardo

Attachment

Leave a Comment

(required)

(required)