Per la matematica 2′ posizione mancano 4 punti, ma…

Quattro, questi i punti che mancano al S.Agata per conseguire matematicamente la 2′ posizione alle spalle del Città di Messina che domenica pareggiando nel derby con il Camaro ha tagliato il traguardo che porta direttamente in Serie D. Alle spalle dei biancoazzurri a due lunghezze insegue il Città di Scordia, a tre il Biancavilla, più staccato a nove lunghezze troviamo il Camaro. La stessa graduatoria potrebbe però cambiare fisionomia qualora al Biancavilla venisse assegnata la vittoria nel match con il Paternò che sul campo era finito in parità. Se ciò accadesse gli etnei raggiungerebbero il S.Agata in 2′ posizione ed in caso di arrivo a pari punti al termine della stagione i biancorossi avrebbero la meglio in virtù degli scontri diretti a proprio favore. Tornando a parlare di calcio giocato domenica si troveranno a confronto le prime 4 della classe ed in virtù di come finiranno Città di Scordia-Biancavilla e Città di Messina-Città di S.Agata, anche il discorso fatto precedentemente cambierebbe poco o nulla. Ipotizzando infatti lo Scordia vincente ed il S.Agata che fa punti in riva allo Stretto, il Biancavilla si troverebbe sempre dietro fermo restando che restano da giocare gli ultimi 90 minuti, che sulla carta comunque non dovrebbero portare chissà quali stravolgimenti. Sempre inerente il tema play off bisogna tenere a mente la regola dei 10 punti entrata in vigore qualche stagione fa. Attualmente tra il S.Agata 2′ ed il Camaro 5′ ci sono 9 lunghezze, se tra 180 minuti il margine dovesse essere di 10 o più punti il S.Agata approderebbe direttamente alla finale del raggruppamento B. Per quanto riguarda la squadra reduce dallo splendido successo sul Paternò, come di consueto ha ripreso gli allenamenti nella giornata di martedì, con doppia seduta effettuata mercoledì e partitella dove mister Bellinvia ha ruotato tutti gli uomini e provato varie soluzioni il giovedì. Chi domenica non sarà sicuramente del match è il centrocampista Santo Privitera che dopo l’espulsione di domenica scorsa, è stato appiedato per due turni dal giudice sportivo. Tutti gli altri sono a disposizione di mister Bellinvia che comunque potrebbe decidere di non rischiare Calafiore perchè diffidato, il riserbo sull’undici che comincerà dall’inizio mister Bellinvia lo scioglierà quasi sicuramente nella rifinitura di sabato, anche se la squadra iniziale non dovrebbe discostarsi molto da quella che ha battuto il Paternò, l’unica variante potrebbe riguardare Fabrizio Bontempo che potrebbe agire da centrocampista ed al suo posto giocherebbe Tricamo, oppure potrebbe giocare dall’inizio lo juniores Segreto ed in porta potrebbe rivedersi Inferrera. Il match con inizio alle 16:00, sarà diretto da Marco Mirabella della sezione di Acireale, gli assistenti Antonio Alessio Di Paola e Mario Grasso della sezione di Catania.

Angelo Giallombardo

Attachment

Leave a Comment

(required)

(required)